L’alta velocità secondo Adaptive